Conservativa Otturazione Prima e dopo Studio Bianconi dentista Bolzano

L’odontoiatria conservativa si occupa della prevenzione ed eliminazione della carie dentale, ossia delle procedure di restauro e chiusura delle cavità da essa provocate (otturazioni) o di quelle a rischio di contaminazione batterica (sigillature).

Stadi carie deterioramento intaccamento smalto dentina infiammazione pulpare Studio Bianconi dentista BolzanoLa carie, a seconda che interessi solo lo strato più esterno (smalto) o quello più interno (dentina), si può definire superficiale o profonda.

Otturazioni

L’otturazione è una procedura che prevede la pulizia ed il riempimento di una cavità causata dalla carie. Ha lo scopo di ridurre il rischio di recidiva e restituire al dente interessato la sua funzionalità e morfologia.

Il procedimento inizia con l’asportazione degli strati dentali cariati. Successivamente, lo smalto viene preparato tramite un acido che lo rende maggiormente poroso (mordenzatura). Questo trattamento migliora l’efficacia dell’adesivo dentinale, la sostanza necessaria a legare la superficie del dente al materiale di otturazione con cui deve essere riempita la cavità. L’uso di una lampada alogena, grazie al tipo di irradiamento luminoso, contribuisce infine a velocizzare il processo d’indurimento del composito.

Nel caso in cui la carie si sia estesa fino agli strati più profondi e interessi anche la polpa del dente (che contiene fibre nervose), non è più sufficiente la sola otturazione ma si rende necessario procedere con una cura canalare o devitalizzazione (vedi endodonzia).

Trattamento conservativo otturazione su carie intaccare smalto dentina Studio Bianconi dentista Bolzano

Trattamento conservativo su molari, prima e dopo le otturazioni.

Le carie possono interessare diverse zone del dente. In base alla loro localizzazione vengono classificate come segue:

  •  I classe: si verificano nei denti posteriori (premolari, molari) – nelle depressioni e nei solchi della parte occlusale – e sulle pareti dei denti anteriori
  • II classe: coinvolgono le zone di contatto tra i denti posteriori
  • III classe: interessano le zone di contatto tra i denti anteriori
  • IV classe: coinvolgono le zone prossime agli angoli/spigoli di incisivi e canini
  • V classe: si presentano sui colletti (parte vicina alla gengiva) di tutti i denti, sia sul lato linguale (interno) che su quello vestibolare (esterno)

Sigillatura

Lampada alogena fotopolimerizzante per odontoiatria conservativa e indurimento resina da otturazione e sigillatura Studio Bianconi dentista Bolzano

La lampada alogena fotopolimerizzante viene usata spesso in odontoiatria conservativa per indurire più velocemente i materiali da otturazione e sigillatura.

Le superfici masticatorie (occlusali) dei molari presentano profondi solchi difficili da raggiungere, in cui è facile rimangano residui di cibo, anche praticando una corretta igiene orale. Per di più, i primi molari permanenti fanno la comparsa verso i sei anni di età, un periodo in cui il consumo di sostanze zuccherine è molto alto e la pulizia dei denti è spesso poco accurata.
La particolare morfologia dei molari e un’igiene orale carente favoriscono la formazione della placca e, in seguito, della carie. E’ per questo che nei bambini la sigillatura rappresenta attualmente il metodo più efficace per combatterla. Per sigillare i solchi occlusali viene applicata sul dente una speciale resina fluida a rilascio di fluoro, successivamente polimerizzata (indurita) con un’apposita lampada alogena.
Negli adulti può essere utilizzata come procedura terapeutica quando la carie abbia intaccato solo lo smalto superficiale e non gli strati più profondi.